Gabicce Mare, Riviera Adriatica delle Marche

Gabicce Mare è il primo comune costiero che si incontra giungendo dal nord in territorio pesarese. Stazione balneare ben nota, con una distinta parte collinare (Gabicce Monte) posta m.150 s.m., alle falde settentrionali del promontorio del S.Bartolo.

Come si presenta oggi Gabicce Mare è il frutto di vicende recenti, collegate alle trasformazioni subite dalle aree costiere a partire dal secondo dopoguerra. Un tempo esisteva solo Gabicce Monte (Castrum Ligabitij o Ligabitii) che pare abbia derivato il suo nome da quello del feudatario che alla fine del sec. X ne controllava il territorio. È comunque solo un'ipotesi, anche se è poi provato il susseguirsi nel dominio del 'castello' di famiglie illustri come i Malatesta, gli Sforza e i Della Rovere.

Nonostante non manchino tracce documentarie di un'attività mercantile fino dall'epoca romana, con scalo marittimo nella zona di Vallugola, agli inizi del Novecento Gabicce era ancora priva di porto, così che ogni attività marinara era subordinata a quella della vicina Cattolica. Dediti prevalentemente alla pesca delle vongole, i marinai di Gabicce riuscirono poi a costruirsi uno 'squero': un cantiere dove iniziarono a fabbricare solide imbarcazioni, giungendo a dotarsi di una piccola flottiglia per la pesca delle sardine e degli sgombri.
Dopo lo spostamento della sede municipale da Gabicce Monte (1942) e soprattutto negli anni del dopoguerra si è giunti infine alla valorizzazione della spiaggia, con conseguente rapido sviluppo del turismo balneare estivo. Poco di antico si è conservato a Gabicce Monte; basterà citare la chiesa di S.Ermete, risalente al 775, ma oggi completamente trasformata e nel cui interno è custodito un antico frammento di affresco ("Madonna del latte") e un pregevole Crocefisso ligneo (sec. XIV / XV)

Vino e Territorio

Ristorante il Traghetto